News

Primavera e Allievi, mattina al Museo del Genoa

1 novembre 2012

Per conoscere chi ha fatto la storia del calcio in Italia.

Festa a Scuola stamane e niente allenamenti per il Settore Giovanile.

Nasce così, da un'idea di Michele Sbravati e Mario Donatelli, l'idea di occupare il tempo dei ragazzi Primavera e Allievi ospiti del Convitto rossoblù (e si colga l'occasione per ringraziare un genoano vero, il Sig. Puppo!), che si trasferiscono da Pegli in pullman e arrivano in centro città.

Obiettivo: il Museo del Genoa. Per conoscere la storia di chi ga “fatto” il calcio in Italia. Ad accoglierli, per il Comitato di Reggenza, Roberto Martini e per il Genoa Cfc Scuola Calcio (patrocinata dalla Fondazione Genoa), Maurizio Ghigliotti.

Oltre tre ore di visita, una mattinata di festa e allegria con il “Maestro Martini” a raccontare le varie tappe (gloriose e anche no) del vecchio Balordo. E alla finre, la consegna di un libro sulla storia del Grifo al Sig. Puppo. Visibilmente emozionato.

Clima cordiale, relazione, cutrisoità e la scoperta di cose che non si sapevano. Il Museo del genoa è anche questo. Ad esempio, il clima da leggenda, 119 anni di storia che partono da Ponte Carrega, girano il mondo e arrivano, anzi ritornano, fino al Ferraris.

Per gli oltre 30 ragazzi di varie nazionalità e leva, un'esperienza importante: per conoscere. Ora anche loro sanno che cosa sia il Genoa Cfc.