Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

“Genoa it’s flying again”.

La Uefa riconosce meriti e il ritrovato blasone di “the oldest italian football team”. Nessuno può vantare altrimenti.

Il Genoa vola ancora”, è il titolo. Testimoniato dallo speciale mozzafiato dedicato all'universo rossoblù, online in questi giorni sul portale ufficiale della Uefa: www.uefa.com.  

I motivi? Più d'uno, empiricamente certificati dalla troupe che ha trascorso una giornata nel fortino di Pegli, prima di scoprire gli angoli e le bellezze di Genova. Gian Piero Gasperini, e le sue “diavolerie” tattiche. L'esperienza di uomini simbolo e trascinatori nati come Hernan Crespo.

La freschezza atletica e la grinta di giovani di talento come Alberto Zapater. Il risultato? Una valanga di immagini e interviste in video, non ultima quella con il dg Fabrizio Preziosi e la sintesi del cammino compiuto in Europa League. 

Termini come “Genoa enjoying the high life” e “Gasperini, the winning way”, non lasciano adito a dubbi di che opinione stia crescendo in Europa sulla società del patron Enrico Preziosi.

Con due chicche: la visita al Museo del Genoa e nella sede del Genoa Club For Children. Dove crescono i tifosi di oggi e domani. E dove cresce l'orgoglio del senso di appartenenza.

E grazie anche a una attenta ed equilibrata gestione della comunicazione e del marketing del Genoa Cfc – mai strillata e sempre garbata –   cresce il profilo di reputazione della società e dei suoi protagonisti.

Non è un caso che il sito della Scuola Calcio Genoa avesse visto giusto a metter in home page il link della Uefa Europa League.

No peanuts, only facts. Direbbero i maestri inglesi.