Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

News

Pietro Pellegri è il più giovane esordiente della Serie A

23 dicembre 2016

Una serata da incorniciare quella di questa sera per Pietro Pellegri, il baby talento della Cantera targata dal 2008 Barabino & Partners, una serata che il giovane ragazzo genovese non dimenticherà tanto facilmente. Debuttare in serie A a soli 15 anni e 280 giorni con la maglia numero 64 (anno di nascita del padre) della propria squadra del cuore al fianco di grandi campioni non è una cosa da molti. Soprattutto se hai sempre giocato con la maglia del club più’ antico in italia seguendo tutto il percorso dai Piccoli Amici alla Primavera, e hai il Genoa che scorre nelle vene.

Nato il 17 marzo 2001, è alla prima chiamata con la prima squadra e, grazie all’esordio di questa stasera, aggancia il record di Amedeo Amadei, romanista degli anni ’30. Ma il vero record è che il giovane Pellegri è cresciuto da sempre nel Genoa Cfc Scuola Calcio Barabino & Partners. Una Cantera a chilometri zero. Costruita con pazienza dal responsabile Michele Sbravati e dai suoi, composta da giocatori nati a ‘Zena’ o in Liguria. E capace di conquistare, con la leva 2000, il titolo di vice-campione del mondo e “sfornare” negli anni tanti campioni da Criscito a Perin, da El Shaarawy a Sturaro, da Mandragora a Ragusa e via cosi’.

Il talento del centravanti della Primavera è sempre stato evidente, fin da bambino ha sempre giocato sottoleva. Fin da quando, a sei anni, iniziò a giocare nella Scuola calcio rossoblù. Mister Stellini lo sta crescendo, sabato scorso Pellegri ha segnato il gol vittoria sull’Entella: controllo e tiro al volo con palla che plana sotto la traversa. Il 17 marzo Pellegri compirà 16 anni e potrà firmare il suo primo contratto da professionista. Pellegri gioca titolare con la Nazionale Under 17, è sotto la lente di ingrandimento degli osservatori dei più grandi club europei: alcuni di Premier, come City, United e Chelsea si sono già fatti avanti.

Il percorso tra i professionisti e’ appena agli inizi e hai tanta strada da fare. Ma intanto complimenti Pietro da tutta la Cantera rossoblù con l’auspicio che tanti altri grifoncini possano seguire le tue orme!