Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

News

La Scuola Calcio rossoblù rende omaggio al maestro Giuliano Montaldo

23 dicembre 2010

La maglia del capitano Marco Rossi consegnata al grande regista genovese da una delegazione di ragazzi della “Cantera”.

60 anni di grande cinema rivissuti in una festa insieme ad attori, registi, amici e collaboratori, compagni di viaggio di una lunga carriera di successi (Gli Intoccabili, Sacco e Vanzetti, Giordano Bruno, Gli occhiali d'oro, I Demoni di San Pietroburgo e molti altri ancora).

Si potrebbe riassumere così il grande abbraccio che Genova ha voluto riservare ieri sera al Teatro della Corte a Giuliano Montaldo, grande regista e autore nato nel capoluogo ligure e con i colori rossoblù da sempre  nel cuore.

Una serata organizzata dal Circolo Culturale i Buonavoglia, in collaborazione con il Teatro Stabile di Genova e l'Associazione per il Teatro Stabile di Genova, condotta da Steve Della Casa e Umberto Basevi, per ricordare i momenti salienti della straordinaria avventura artistica e culturale del maestro genovese, felice di essere a Genova e di ricevere l'affetto dei tanti amici presenti in sala.

Anche il Genoa Cfc in veste ufficiale, attraverso  la scuola calcio rossoblù ha voluto partecipare alla festa, presentandosi al Teatro della Corte  con una delegazione di giovani grifoncini delle leve '98, '99 e 2000, in rappresentanza di tutta la “Cantera”. Re, Censini, Salvarezza, Musso, Spigai, Girgi, Calizzano e Muzzonigro, accompagnati dai dirigenti Marcello Musso, Roberto Girgi e Maurizio Ghigliotti, hanno preso parte alla festa, consegnando al grande maestro la maglia del capitano Marco Rossi.

A chiamare i ragazzi sul palco Luca Barabino, in rappresentanza del Genoa Cfc e della Scuola Calcio e protagonista di uno dei sette “momenti” dell'evento in parole e musica dedicato al grande regista genovese.

Tra gli ospiti intervenuti, il Direttore del Secolo XIX Umberto La Rocca, Sergio Cofferati, Don Andrea Gallo, Anita Caprioli; Angelo Guglielmi ed Elisabetta Montaldo.