News

La Cantera. Giovani diventati uomini

7 luglio 2012

Sul campo i “prodotti” del vivaio rossoblù.

Qualche istruttore de La Cantera, tecnici delle giovanili, persone dello staff con cui avevano famigliarità, ai tempi in cui vincevano titoli nazionali con la Primavera e giocavano un grifone sul petto.

“Sono andati via che erano ragazzi, ho ritrovato degli uomini” la chiosa di Luca Chiappino, per diversi di questi un padre putativo sui campi di calcio. Prodotti della cantera e del settore giovanile, si sono ritrovati in un ambiente che conoscevano.

Da Lazarevic a Perin, da Ragusa a Lamanna, da Sturaro a Zima, Alhassan e Marchiori, aspettando Polenta, che nelle prossime settimane si cimenterà nei Giochi Olimpici di Londra 2012.

Presenti a bordo campo e nella sede anche Fabio Liverani e Michele Sbravati. Tutti al lavoro.

Una rimpatriata in stile Genoa, sulle tracce di ricordi, battute, aneddoti (la lavagna portafortuna del tm Bartoluppi che fine avrà fatto?). Buon sangue, non mente. E il loro è rossoblù.