Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

News

Il Genoa Cfc Scuola Calcio si insedia nel centro città.

6 luglio 2010

Presentato il nuovo impianto di Via Madre di Dio

La” riconquista” pratica e simbolica, dopo tanti anni del centro città per il Genoa Cfc Scuola Calcio. Dalla prossima stagione, infatti, la leva d'ingresso – 2002 e 2003 – si allenerà ed avrà come sede di gioco, l'impianto “Madre di Dio” a poco più di 300 metri dal cuore della città: Piazza De Ferrari.

Un impianto totalmente nuovo ed esclusivamente a marchio e immagine “Genoa Cfc”. L'iniziativa è stata presentata ieri pomeriggio, lunedì 5 luglio al pubblico, alle famiglie dei giovani atleti rossoblù, alleistituzioni e alle autorità cittadine.

Presenti il Vice Presidente Gianni Blondet, l'allenatore della formazione Primavera Campione d'Italia, Luca Chiappino, il team manager Bartoluppi, due ragazzi “campioni”, come il Capitano, Alessio Grea e Luca  Miracoli,  molti rappresentanti della dirigenza  e dello staff  operativo, tra cui Piero Noli, Luigi Pinna, Emanule Crespi, Marcello Musso, Roberto Girgi, Maurizio Ghigliotti.

Ma anche significativi “testimonial” della genoanità, come Luca De Prà, Sidio Corradi e altri ancora. Presente, naturalmente, l'intero staff – con poche defezioni dovute alle vacanze estive – della Scuola Calcio.

E ancora, presenti con vistosi apprezzamenti e in un clima di grande cordialità, diversi rappresentanti della Fondazione Genoa: il Prof. Roberto Massa, Paolo Lavagetto, Roberto Martini in rappresentanza della Fondazione stessa. Per Barabino & Partners, presenti Roberto Stasio, Jacopo pedemonte, Federica Poletto, Celine Geoffrey. Presenti anche numerosi rappresentanti della stampa e delle televisioni.

Numerosi, poi, i segni di apprezzamento dell'inizativa, tramite lettere, mail, telegrammi e “passaparola”.

Proseguendo nel proprio percorso di crescita strutturale e organizzativa della Scuola Calcio rossoblù, le leve  d'ingresso troveranno quindi casa in un nuovo impianto sportivo situato in pieno centro storico a pochi passi dal mare e, dal Porto Antico, da Piazza delle Erbe, da Piazza Carignano: in via Madre di Dio.

A far data dal 1 settembre 2010 – hanno affermato oggi Luca Barabino e Michele Sbravati – nel corso della presentazione dell'impianto, “il Genoa Cfc si riappropria del rapporto con il cuore di Genova che storicamente rappresenta uno dei valori di appartenenza, ma anche cerca e ottiene una sostanziale crescita organizzativa e di appeal”

La struttura, realizzata nel 2009, è dotata di un campo da calcio a 7 – misure 21 x 34 mt. -, 4 spogliatoi per i giocatori, spogliatoi allenatori, spogliatoio arbitri,, due  locali infermeria e magazzino di cui uno interamente dedicato al Genoa, 12 panchine per il pubblico, aree di svago e gioco, un'area ristoro (bar), un giardino  a verde ed un ampio parcheggio con 160 posti per  auto e moto

L'iniziativa – fortenmente voluta dai vertici della Società ad iniziare dalla proprietà e da Barabino & Partners –  mira ad obiettivi di efficienza organizzativa,  strutturale e di marketing relazionale.

Dal dotare i ragazzi di un impianto completamente nuovo, tecnicamente all'avanguardia ed in una zona cittadina di grande fascino e comfort logistico, al supportare i genitori dei giovani atleti nei trasferimenti dalle proprie abitazioni , favoriti dalla collocazione “strategica” del nuovo impianto nel pieno centro città, quindi equamente e favorevolmente distante sia da Levante che da Ponente. 

A ciò si aggiungano i valori simbolici, quali quello della riappropriazione del legame con il centro città, da cui il Genoa mancava da tempo. Senza dimenticare – come affermato dal Prof. Massa, “che il 7 settembre 1893, il Genoa Cfc fu costituito, proprio nel centro città, in via Palestro, a poche centinai di metri da questo impianto”. 

Nel corso della presentazione odierna – di grande richiamo per pubblico e stampa presenti – ha parlato anche l'Assessore allo Sport del Comune di Genova, Stefano Anzalone che ha avuto parole di particolare pregio e soddisfazione per l'iniziativa e per le sue peculiarità di insediamento in una parte della città di grande fascino e tradizione.

Un ringraziamento al Comune di Genova, proprietario dell'impianto e alla società Marina Park Acquario, gestore dell'impianto stesso.