Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

News

Il “Camion della Solidarietà” per i terremotati dell’Emilia.

21 giugno 2012

Barabino & Partners, Giochi Preziosi e altre aziende: 9 tonnellate di prodotti primari a Cavezzo, Finale Emilia e Sant’Agostino.

Azioni concrete  di Barabino & Partners insieme ai suoi clienti per l’emergenza causata dal terremoto in Emilia Romagna.  

Dapprima è stata organizzata una raccolta di beni di prima necessità ed altri articoli presso i clienti B&P produttori e/o distributori degli stessi.  Coin, Fujitsu, PepsiCo (Gatorade, Pepsi Cola), Giochi Preziosi e Icat Food (Tonno Moro e Consorcio) hanno risposto per primi all’appello mettendo ciascuno a disposizione i propri prodotti.

Dalle bevande – the, succhi di frutta, agli alimenti ittici in scatola (tonno, acciughe) all’abbigliamento per neonati, bambini ed adulti, a giocattoli, materiali per la scuola e infine computer.  

Accanto a queste forniture, altri beni di vario genere di prima occorrenza sono stati ulteriormente acquistati da Barabino & Partners  e Carter & Benson seguendo le richieste puntuali di alcuni comuni sulla base delle necessità più urgenti: interi bancali di acqua,  di prodotti per l’igiene e la pulizia, di generi alimentari a lunga durata, ecc. 

Per la spesa dei beni di prima occorrenza è scesa in campo anche Iper, che ha provveduto ad accrescere ulteriormente le quantità di merce messe a disposizione delle popolazioni terremotate.    

Un totale di ben 9 tonnellate di merce e prodotti che sono stati consegnati stamane – in accordo con le autorità locali e la Protezione Civile – a tre comuni: Cavezzo, Finale Emilia e Sant’Agostino.  

Un’iniziativa ulteriore ha poi riguardato la campagna di acquisto straordinaria del Parmigiano Reggiano caduto a terra nei magazzini dei caseifici colpiti dal terremoto. 

Anche in questo caso la mobilitazione ha riguardato sia Barabino & Partners in modo diretto  – che i clienti della società. Complessivamente sono stati acquistati oltre 1.200 Kg di formaggio Parmigiano Reggiano, con forti contributi in particolare da parte di B&P, dello Studio Legale Bonelli Erede Pappalardo e di Cassa Lombarda.  L’acquisto del Parmigiano Reggiano va a beneficio del Caseificio 4 Madonne di Medolla indicato dal Centro di coordinamento Coldiretti.  

Per assicurare il buon esito delle varie consegne, in sicurezza e con la maggior efficienza possibile, B&P provvede a seguire direttamente, attraverso alcuni suoi dipendenti, tutte le operazioni di trasposto e deposito nei luoghi individuati dai comuni.

Ciò che ci piace non è dare promozione a B&P, nè alle aziende che hanno aderito al progetto. Ci piacerebbe solo far capire che è possibile, con semplicità e senso pratico – in pieno accordo con le autorità locali e la Protezione Civile -  realizzare fatti concreti per questa stupenda gente dell’Emilia: che sta vivendo in un inferno e, nonostante tutto, ha sempre il sorriso sulle labbra. 

Noi lo facemmo anche per l’alluvione a Genova, nello scorso novembre, raccogliendo oltre 65.000 euro di prodotti e interventi di ristrutturazione/riparazione concreti, distribuiti direttamente a famiglie e artigiani, tramite i Consigli di Quartiere del Comune di Genova, più colpiti. 

Vorremmo far cadere un preconcetto. Si parla di burocrazia, di orpelli, di procedure complesse, di metodologie organizzative, di sistema paese che non funziona, ecc.: ma esiste anche un’Italia concreta. Se si è rapidi, collaborativi e motivati, gli interventi, si riescono a realizzare, portarli a destinazione, andare d’accordo con tutti e farli giungere con certezza ai beneficiari.