Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

News

Il 22 maggio torna “La notte delle Stelle”

13 maggio 2010

Show e atleti al prestigioso Galà al Porto Antico e a De Ferrari, voluto da Michele Corti

Numerosi eventi sotto le stelle, davanti al mare del Porto Antico e in piazza De Ferrari per festeggiare e promuovere tra i giovani i valori dello sport e della solidarieta' con grandi campioni di ieri ed oggi, raccogliendo fondi per la Gigi Ghirotti e il suo impegno per gli ammalati di Sla: torna il 22 maggio la Notte Magica dello Sport promossa dalla Provincia di Genova con la partecipazione di Regione, Comune, Fondazione Carige e Porto Antico, presentata stamani dall'assessore provinciale Giulio Torti.

Prologo stellare della manifestazione – la sera precedente – sara' il Gala' delle Stelle dello Sport alle 20.30 alla Sala Maestrale dei Magazzini del Cotone nel Porto Antico promosso, sotto l'egida del Coni dall'agenzia ''LiguriaSport.com'', col patrocinio delle istituzioni, che premiera' come campione piu'

votato nel Trofeo Rossoblucerchiato Antonio Cassano che nell'albo d'oro succede a Diego Milito e brucia allo sprint il genoano Marco Rossi, staccando i ''papabili'' mondiali Pazzini, Criscito e Palombo.

  

Il programma di sabato iniziera', alle 14, al Porto Antico, sino alle 19, e poi continuera', con tanto sport, musica e divertimento, dalle 20 a notte inoltrata a De Ferrari.

  

Trenta le discipline in campo dal calcio al volley, dalla canoa al basket, dal taekwondo al karate, dal beach rugy alla ginnastica ritmica con 5mila bambini e ragazzi gia' iscritti.

  

E ci saranno anche molti campioni: dall'ex Re Leone del ciclismo Mario Cipollini al campione di canoa dai tre ori olimpici Antonio Rossi; dallo straordinario cestista Dino Meneghin ad Andrea Lucchetta, grande fenomeno del volley; da Francesco Damiani, argento olimpico di pugilato a Los Angeles ad Armin Zoeggler cinque volte sul podio olimpico per lo slittino; e ancora, il dieci volte campione del mondo di canottaggio Daniele Gilardoni e Simona Atzori, atleta senza le braccia capace di rendere sempre immortale la sua danza, come fece all'apertura delle Paralimpiadi di Torino 2006. (ANSA).