Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

News

GIOVANISSIMI ALLA FINAL-EIGHT

19 giugno 2015

Rifinitura sul terreno dello Sciorba Stadium, bagagli sul pullman in partenza per Chianciano. E' pronta al via l'avventura dei Giovanissimi alla Final-Eight, obiettivo centrato dal dream-team della leva 2000. Il Genoa si sta preparando per il match con il Napoli, in programma sabato, col desiderio di spargere altre rose su una stagione che profuma di gloria e avrà un seguito nella Manchester United Premier Cup.

“I ragazzi sono stati formidabili a raggiungere questo traguardo, ora che vivano al meglio questa esperienza mettendoci la determinazione che hanno dentro” dice Michele Sbravati responsabile del settore giovanile. I grifoncini poi se la vedranno domenica con il Parma di Neri, martedì con il Bologna di Pagliuca.

Con il tecnico Brunello, il vice Ferroni e lo staff sono partiti 26 ragazzi per la Toscana. E proprio dall'ex difensore del Genoa di Scoglio e Bagnoli, da tempo nei quadri tecnici, arriva lo spunto per tirare fuori il petto e lucidare l'orgoglio. “Proveremo a salire un gradino alla volta, cercando di spostare le mire in avanti. Raggiungere la finale, quella sì, sarebbe un risultato strepitoso” afferma Ferroni. “Abbiamo un bellissimo gruppo con ragazzi di prospettiva, di cui una ventina liguri e genovesi formati nella scuola calcio. Si respirano senso di appartenenza e amore per la maglia, le stesse prerogative di ogni squadra della cantera e del settore giovanile. I pochi provenienti da fuori regione ci hanno messo un po' a integrarsi, ma alla lunga si sono sintonizzati sulle stesse lunghezze d'onda. Chi ha il Genoa nel cuore trasmette i valori e li insegna”. Non è stata una casualità arrivare sino in fondo. “La penso così. E sono rimaste fuori società importanti. Napoli, Parma, Bologna? Abbiamo referenze positive, non le abbiamo mai affrontate”.