Sito non attivo. Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche fino alla data del 30 giugno 2017. Per ulteriori aggiornamenti clicca qui

News

CANTERA IN FESTA, ‘WE ARE GENOA’

8 giugno 2016

Una terrazza sul mare, nel golfo di Santa Margherita Ligure. Quasi un centinaio di dirigenti, tecnici e collaboratori del Genoa Cfc Scuola Calcio Barabino & Partners si sono ritrovati in uno degli angoli più suggestivi della riviera per la tradizionale cena di fine stagione, il consuntivo dell’annata e i progetti per stanare il futuro.

Sotto la signorile regia dell’imprenditore e sponsor Luca Barabino. Un bagno di genoanità tra le portate del ristorante Skipper, gli sguardi dei passanti e gli aneddoti per condire un menù da urlo.

Impossibile non ricordare Davide Scapini in apertura di discorsi. “Mi ricordo quando andai a trattare l’ingaggio per il primo tesseramento. Mi disse queste parole con la sua finta irriverenza” ricorda Michele Sbravati responsabile settore giovanile. “Decida pure lei per la durata del contratto, basta che poi l’importo sia gratuito. Questo era Davide. Un punto di riferimento al di là della facciata. Il Genoa ti fa vivere, pensare, crescere. In queste tre parole è racchiusa la filosofia di Davide e la nostra”.

Sono trascorsi otto anni dall’inizio della sponsorizzazione alla scuola calcio. Un sodalizio che si è rafforzato negli anni come spiega Luca Barabino. “Non pensavo che questa sinergia si protraesse così a lungo, anche se la mia vita è stata costellata di impegni professionali molto lunghi. Con il Genoa stiamo gettando le basi per rinnovare gli accordi in forma pluriennale, mossi dall’intento di migliorare le strutture, costruire un campo a sette e spazi coperti allo Sciorba Stadium. Il ringraziamento va a tutti per il lavoro svolto e i risultati raggiunti. Ma soprattutto per lo spirito e il rispetto dei valori che promuoviamo”.

Un assist per Michele Sbravati che ha vestito la maglia del Genoa da giocatore e rappresenta uno dei valori aggiunti nei quadri societari. Il club pesca in maniera produttiva non solo sui campi. “Le fortune e i successi partono dal basso e dalla serenità con cui si lavora. Per questo ringrazio chi contribuisce a creare un ambiente così compatto e in cui tanti aspirano ad arrivare, mentre sono quasi nulle le richieste di andarsene. A parte l’exploit dell’Under 12 femminile, già nelle prime quattro d’Italia e attesa dalle finali, con la qualificazione dell’Under 15, la categoria più importante tra i giovani, è la decima final-eight per le varie leve sotto la gestione Preziosi. Prima non era una consuetudine, il livello si è alzato”.

scg-cena-fine-2015-2016-8

 

 

Sito non attivo

 

Questo sito non è aggiornato e contiene informazioni storiche
fino alla data del 30 giugno 2017.

 

Per ulteriori aggiornamenti clicca qui